25-04-2017

Maximum: piastrelle in grande formato per ambienti contemporanei

contemporaneo,

contemporaneo,

Gres Porcellanato,

Innovazione,

Innovazione e creatività sono le caratteristiche più evidenti delle piastrelle in grande formato Maximum di Graniti Fiandre: un materiale capace di esaltare il bianco e nero (collezione Datauni) e i toni di grigio (Aster) in ogni superficie contemporanea



Maximum: piastrelle in grande formato per ambienti contemporanei
Le nuove tendenze del design per la casa sono ispirate, come sempre, da creatività e voglia di sperimentare.
Per ottenere i migliori pavimenti in gres porcellanato i progettisti si affidano alle qualità e alle potenzialità della ceramica tecnica, il materiale più affidabile nel lungo periodo per le superfici interne ed esterne.
Tra le possibilità più innovative sul mercato del gres porcellanato uno spazio sempre maggiore è dato dal grande formato che, negli anni, è diventato un aspetto sempre più importante sia nell'architettura che nell'interior.
Il maxi formato, con dimensioni che possono arrivare a 300x150 cm, riduce le interruzioni dell’unità progettuale e favorisce una visione d'insieme quanto mai uniforme e omogenea.
 
Le piastrelle grandi formati, o maxilastre, si distinguono per resistenza unita a leggerezza, duttilità e versatilità, come emerge chiaramente nelle collezioni Maximum di Graniti Fiandre.
Nei suoi 50 anni di produzione di piastrelle in gres porcellanato Made in Italy (prima tra le aziende del settore a puntare su questo materiale) Fiandre è tra i leader mondiali nella produzione di gres porcellanato a tutta massa di alta gamma, presente in oltre 100 Paesi nel mondo con le sue piastrelle applicate come pavimento e rivestimento dei settori contract, wellness, residenziale, medicale e leisure.
 
Maximum di Graniti Fiandre è la maxilastra più grande disponibile sul mercato del gres porcellanato, con misure 300x150 mm. e soli 6 mm. di spessore. 
Nelle due collezioni Aster e Datauni, qui presentate, le maxilastre Maximum superano i limiti dei classici formati ceramici per esplorare cromatismi con effetti inediti, esaltando le atmosfere contemporanee.
Ispirato all’effetto spazzolato del cemento, Aster offre una gamma di sfumature digradanti dall’antracite del Moon, fino al pallore diafano di Uranus, passando per i delicati toni di Venus e il sofisticato grigio di Mercury
Una gamma di colori chiaramente riferita ai pianeti, alla loro luce e ai crateri delle loro rocce, "studiata per dare maggiore enfasi alle superfici realizzate in gres porcellanato a tutta massa"
 
Datauni è invece accompagnata dal pay off "Live in full purity": due sole essenziali cromie, il bianco (Ice) e nero (Pepper), "il positivo e il negativo, la luce e l’oscurità: il nulla da cui scaturisce la vita e il tutto che si esprime nel nulla".
Qui la ricerca cromatica di Maximum aspira alla perfezione e all'assoluto di due colori estremi, “accentuandone la versatilità architettonica, ancora una volta a completa disposizione dell’estro progettuale” e collocando idealmente Ice e Pepper in ambienti minimalisti e raffinati, forti e delicati allo stesso tempo.

GALLERY


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy