20-02-2015

Henning Larsen Architects inaugura il Kolding Campus in Danimarca

Henning Larsen Architects,

SPA, Università, Campus, Paesaggio,

Vetro, Cemento,

Inaugurato nell’autunno del 2014, il nuovo Kolding Campus in Danimarca è un complesso progetto di Henning Larsen Architects. Al centro il sistema di schermatura solare dinamica che si adatta alle condizioni climatiche, studiato da Henning Larsen Architects per garantire un’elevata qualità di illuminazione per le attività del Kolding Campus.



Henning Larsen Architects inaugura il Kolding Campus in Danimarca

Inserito in un punto strategico dei percorsi cittadini, il Kolding Campus di Henning Larsen Architects vede la luce dopo diversi anni di studio e lavorazione, che principiano da un concorso bandito dalla Danish University nel 2008. Al centro del progetto un sistema di schermatura solare dinamica funzionale ed espressivo. 

La necessità del concorso interpretata da Henning Larsen Architects era quella di fondare una nuova sede universitaria per le arti, la comunicazione e lo studio delle lingue, che fosse non solo un polo di attrazione per studenti, ma anche un monumento alla cultura della città di Kolding, in Danimarca. La posizione strategica, nell’area della stazione ferroviaria, del porto e del fiume che si immette nel fiordo di Kolding, richiedevano un’opera a tutto tondo, una sorta di scultura a scala architettonica in grado di emergere come landmark. Da qui la scelta radicale della pianta, un triangolo isoscele che sale per sei piani con tre fronti regolari e imponenti in vetro, ma frammentati da un rivestimento fotosensibile che li abbraccia e ne trasforma l’immagine.

La volontà di comunicare all’esterno il dinamismo del centro universitario e di offrire la più alta qualità illuminotecnica per lo svolgimento delle lezioni e delle attività laboratoriali all’interno, orienta verso la facciata continua in vetro, associata a un sistema di isolamento composto da 1600 pannelli brise soleil in acciaio. Si tratta di elementi modulari forati, montati su un telaio e mobili, provvisti di sensori che monitorano costantemente i livelli di luce e temperatura e di un sistema meccanico che varia il loro orientamento allo scopo di mantenere le condizioni climatiche ideali.
La definizione della forma del modulo torna al triangolo, elemento iconografico di un progetto basato sulla tecnologia ma anche dotato di un’immagine fortemente distintiva. I moduli fotosensibili fanno pensare ai sistemi protettivi e difensivi adottati in natura, ricordando che l’architettura è un organismo vivo ed espressivo.  

Accedere all’interno significa passare per la grande hall, concepita come una vera e propria piazza coperta, con i suoi balconi e i suoi terrazzi, con i suoi affacci più privati e più comunitari, che si arrampica per l’intera altezza dell’edificio, mettendo in comunicazione i sei piani su cui si sviluppa. Il rapporto tra le parti è ottenuto con una rotazione su se stessa della pianta triangolare di ciascun piano: il vuoto creato al centro non ha mai la stessa forma, ma genera volutamente aggetti e rientranze connessi da scale e funzionali alla creazione di spazi abitativi. Un vortice visivo che lascia a bocca aperta chi vi entra per la prima volta, riferiscono i progettisti. 


Il layout interno dei piani colloca le aule lungo il perimetro, lasciando al centro gli spazi di connessione: guardando le piante quindi, una regolare scansione dei perimetri contrasta con i vuoti e la totale libertà fruitiva degli spazi centrali. Lo scopo era quello di estendere il più possibile i luoghi di spontanea comunicazione e interazione tra gli studenti, moltiplicando le postazioni di studio individuali e di gruppo, disegnando isole di lavoro confortevoli appartate ma inserite nei percorsi comunitari. Lo studio è stato trattato come un rito collettivo, in cui ognuno impara osservando il suo prossimo e condividendo le idee.

Mara Corradi

Progetto: Henning Larsen Architects
Committente: The Danish University and Property Agency
Luogo: Kolding (Danimarca)
Progetto delle strutture: Orbicon
Progetto paesaggistico: Kristine Jensens Tegnestue
Superficie utile lorda: 13700 mq
Concorso: 2008
Inizio Progetto: 2008
Fine lavori: 2014
Facciate in acciao, vetro e brise soleil d’acciao
Struttura in cemento 
Rivestimento esterno in brise soleil d’acciaio (schermatura solare dinamica)
Fotografie: © Jens Lindhe, Martin Schubert


GALLERY


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy