17-02-2016

Jean Nouvel e le residenze green One Central Park a Sidney

Ateliers Jean Nouvel, Jean Nouvel,

Murray Fredericks,

Sydney, Australia, Parigi, Chicago, USA, USA,

Progetti

Design,

Cemento, Vetro,

One Central Park è il nuovo complesso di residenze sostenibili progettate da Atelier Jean Nouvel e PTW Architects, con la collaborazione del botanico Patrick Blanc. One Central Park è costituito da due torri unite da un podio a destinazione commerciale nei pressi del porto di Sidney.



Jean Nouvel e le residenze green One Central Park a Sidney

Atelier Jean Nouvel e PTW Architects hanno completato il secondo blocco del One Central Park di Sidney, un complesso residenziale e commerciale inserito in un intervento più vasto che ha interessato globalmente un’area di circa 255.000 mq nei pressi del porto di Sidney. Il progetto di Jean Nouvel per One Central Park è costituito da due torri di 34 e 12 piani che si fiancheggiano uniti da un podio a destinazione commerciale. I due grattacieli dominano l’area su cui sorgeva l’ottocentesco complesso industriale della birreria Kent, oggi parzialmente in fase di riqualificazione con differenti destinazioni d’uso, allo scopo di rivitalizzare la zona portuale. 
Affacciandosi sul vasto parco cittadino Chippendale green, le due torri ne costituiscono l’ideale proseguimento e, parafrasando Jean Nouvel, ne estendono il manto verde fino al cielo. Circa la metà delle facciate infatti è ricoperta da “giardini verticali”, terrazzi che ospitano piante autoctone e muri idroponici su cui crescono rampicanti che riescono ad estendersi per ampie porzioni di superfici, occultando la materia costruita.

Avevamo già potuto ammirare la collaborazione tra Jean Nouvel e Patrick Blanc nel Musée du quai Branly a Parigi nel 2006. L’architetto e il botanico forse più celebri di Francia consolidano la loro affinità progettuale realizzando per il One Central Park dei giardini pensili con uno scopo ambientale. I rampicanti infatti costituiscono un sistema di controllo naturale dell’irraggiamento, poiché in estate proteggono dalla forte luce diretta, mentre in inverno, spogliandosi delle foglie, lasciano entrare la maggior parte dei raggi solari. 
Secondo il progetto, trentottomila piante si impadroniscono dell’opera edificata, una successione di piani tipo ad uso abitativo in cemento, vetro e acciaio a perdita d’occhio. Un’architettura dall’esasperata immagine high-tech (il cui simbolo è un eliostato motorizzato sospeso dalla torre più alta allo scopo di catturare i raggi solari e rifletterli verso il basso, nella parte di giardino che si trova nella sua ombra) che si lascia colonizzare dalla flora autoctona e esotica, che cresce giorno dopo giorno incrementando la meraviglia come un’ineluttabile legge naturale. 


Dopo il tramonto del sole, quando l’eliostato è colpito dall’illuminazione a LED progettata dall’artista Yann Kersalé e la sua luce inonda e colora i piani sottostanti, lo spettacolo architettonico continua, così ad alta quota che può essere visto anche da una certa distanza, e da chi abita a quote ben più basse.

Mara Corradi

Design architect: Ateliers Jean Nouvel
Local collaborating architect: PTW Architects 
Schematic design: 2008 - 2010
Start of construction: 12.2010
Completion: 01.2014
Location: 1 & 3 Carlton Street and 2 Chippendale Way, Sydney NSW 2008 Australia
Client: Frasers Property Australia and Sekisui House Australia
Project directors: Bertram BEISSEL (AJN), Emmanuel BLAMONT (AJN), Terry BRABAZON (PTW), Brian WAIT (AJN), Paul VAN RATINGEN (JPW)
Project leaders: Hakan ALDOGAN, Elisabeth KATHER - Assistant: Didier LOBJOIS
Architects: Roula AKIKI, Arnaud BRICHET, Arnaud COUTINE, Bernard DUPRAT, Sara HEARNE, Kirsi MARJAMAKI MAS, Narjis LEMRINI, Clément MEURISSE, Justine PUYAUBREAU, Emmanuelle STALLA-BOURDILLON, Nobuo YOSHIDA, Qiang ZOU
Interns: Ludovic MAGNFICO, Jack SELF, Shadyr SHAKIBA, Ouded ROZENKIZER 
graphic design: Rafaëlle ISHKINAZI, Amanda ORTLAND 
ARTISTIC INTERVENTIONS WEST LOBBY: Amanda ORTLAND
Renderings: Benjamin ALCOVER, Julien COTTIER, Etienne FEHER, Narjis LEMRINI, Amanda ORTLAND, Didier GHISLAIN   
Model: Jean-Louis COURTOIS
Cost consultant: Davis LANGDON 
Engineers:
Structure : Aedis (Davor GRGIC)
Energy: Transsolar (Matthias SCHULER)
Construction: Fluides 
(MEP): Arup 
Structure : Robert Bird Group
Consultants: 
Façades : Surface Design Pty Ltd
Environnement Environment: Arup (design)
Murs Végétaux  Green Walls: Patrick BLANC
Paysage Landscape: Jean-Claude HARDY
Paysage Landscape (horizontal planters, context): Aspect Oculus 
Conception héliostat Heliostat design: Kennovations
Programmation héliostat Heliostat programming: Device Logic
Eclairage General Lighting : Arup
Lumières héliostat Lighting design Heliostat: Yann KERSALE 
Main contractor: Watpac Construction (NSW) Pty Ltd
Contract type: Direct commission, Design-Build Contract with AJN as Design Architect
Program: Mixed use high-rise, residential and retail
Two residential towers of 116m and 64.5m high, containing 623 apartments, plus 16.000 sqm of retail space
Gross floor area: 
Résidentiel residential: 48,391 m²; Commerces retail: 19 235 m²
Site area:  Central Park Precinct: 255 500 m²
Ground footprint:  One Central Park: 7 550 m²
Volume:  approx. 182,600 m3

Photographer: Murray Fredericks

Awards:

  • Finalist INTERNATIONAL HIGHRISE AWARD, Frankfurt, Germany (announcement 19 November 2014)
  • BEST TALL BUILDING IN THE WORLD / CTBUH, Chicago, USA
  • BEST TALL BUILDING IN ASIA AND AUSTRALIA / CTBUH, Chicago, USA
  • OVERALL WINNER and BEST SUSTAINABLE DEVELOPMENT OF THE YEAR, LEAF Awards 2014
  • DESIGN & INNOVATION and HIGH DENSITY DEVELOPMENT, UDIA NSW 2014

GALLERY


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy