17-11-2015

Studio Nextoffice progetta Amir Villa a Karaj, Iran

Ville, SPA, Paesaggio,

Design,

Design,

Vetro,

Amir Villa, nei dintorni di Karaj, presso Teheran è un recente progetto dello studio iraniano Nextoffice. Nel verde di Mohammad Shahr Gardens, Amir Villa di Nextoffice è una struttura in argilla e paglia, omaggio alla tradizione, che contrasta con un volume bianco e vetrato che occhieggia alla modernità.



Studio Nextoffice progetta Amir Villa a Karaj, Iran

Amir Villa, progettata dallo studio di architettura iraniano Nextoffice, si trova nei dintorni della città di Karaj, a una sessantina di chilometri dalla capitale Teheran, nella località di Mohammad Shahr Gardens. Amir Villa è una nuova edificazione disegnata in funzione delle richieste dei committenti, dello studio delle funzioni e del dialogo con paesaggio.
In questa località poco urbanizzata e ricca di vegetazione, dove la gente ha la possibilità di coltivare alberi da frutto, ortaggi e ogni genere di fiori, sorgono infatti alcune abitazioni di piccole dimensioni che sono state costruite negli anni in stretta relazione con il verde circostante. Ancora molto forte è il legame con la storia, che deriva dal filo rosso mai spezzato con la natura, i suoi valori e i suoi ritmi.
Su queste basi si poggia il progetto di Nextoffice per Amir Villa, un edificio a un solo piano, situato sull’angolo di un terreno completamente adibito a giardino, la cui facciata d’ingresso accoglie con una superficie vetrata a tutta altezza, protetta da frangisole in paglia. Vetro e paglia, l’immagine della contemporaneità e quella della tradizione, annunciano un percorso progettuale di contrasti dialogici, che tocca da un lato il sistema strutturale e dall’altro l’immaginario.

La paglia ricorre come elemento strutturale fibroso, mischiata all’argilla che fa da legante. Si tratta del recupero di una tecnica tradizionale e molto comune nei paesi arabi che consente di modellare il corpo edilizio con ampie curve e raccordi tra le pareti, ottenendo forme plastiche decorative e funzionali. In questo modo è realizzata la facciata principale della casa, che precede gli ambienti semipubblici, e alla quale si innesta, con un netto taglio che corrisponde a un cambio di superfici interne, una seconda ala. Tanto la prima è caratterizzata dai colori e dai materiali della terra, quanto la seconda è neutra e trasformabile. Quest’ultima poi prelude a un blocco completamente staccato che parla lo stesso linguaggio, un volume vetrato di forme e pianta regolari, pareti bianche e pavimento trasparente sopraelevato, in cui è collocata la zona notte.


La vista laterale dall’esterno chiarisce il tema dei contrasti. Le morbide sinuosità della zona giorno si legano al rigorismo del blocco bianco delle camere mediante un ponticello di vetro che colma il dislivello creato tra la prima ala, poggiata sul terreno, e la seconda di poco sopraelevata. I l  vuoto creato tra i due blocchi ne consente un distacco fisico e percettivo: qui sono appesi due tronchi d’albero, presi dal giardino, visibili da ogni punto della casa, quale segno di spiritualità. Una serie di pareti trasversali vetrate a tutta altezza prolunga infatti la prospettiva per l’intera estensione dell’edificio, fino alla fine del giardino, cosicché ogni confine risulta permeabile. L’acqua scorre in un apposito percorso dipinto di azzurro, che circoscrive il tutto sollevando l’architettura spiritualmente da terra.

Mara Corradi

Architects: Nextoffice - Alireza Taghaboni
Architect In Charge: Alireza Taghaboni
Design Team: Roohollah Rasouli, Masoud Saghi, Farideh Aghamohamadi, Mojtaba Moradi
Structure: Amir Hossein Parvaneh, Vahid Gharekhan Nia
Mechanical: Houfar Esmaili
Electrical: Nina Amoushahi
Construction: Ejraye Khas Office, Soroush Alipour
Landscape consultant: Babak Mostofi Sadri
Location: Karaj, Iran
Area: 1638 sqm
Gross Floor Area: 206 sqm
Year: 2010-2011
Structure in clay reinforced by straw
Photographer: Parham Taghioff

http://nextoffice.ir


GALLERY


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy