1. Home
  2. Architetti
  3. Biografie
  4. Tadao Ando

Tadao Ando

Tadao Ando

Autodidatta, Tadao Ando (1941) è riconosciuto come uno dei principali architetti giapponesi e tra i massimi rappresentanti della corrente minimalista nell’architettura contemporanea. 

Dopo molti viaggi formativi in tutti i continenti, apre il proprio studio nel 1969, con il quale realizza un numero elevatissimo di opere. 

È stato inoltre docente all’Università di Tokyo e ha svolto lezioni a Yale, ad Harvard e alla Columbia University.

Inizia l’attività costruttiva nel 1973 con un’abitazione unifamiliare (casa Tomishima), prima di una serie di residenze con le stesse caratteristiche: tra queste, spicca per importanza casa Azuma ad Osaka (1976), premiata in Giappone e trampolino di lancio verso la fama internazionale.  

Con i suoi 65 mq, gli spazi spogli ed essenziali e isolata tra case a schiera in legno, essa rappresenta “la negazione di un chiaro limite tra lo spazio della corte e quello interno, ripresa dalla tradizione abitativa giapponese” (Baglione).

Inoltre, la piccola abitazione porta in sè elementi ricorrenti nella progettualità di Ando: gli effetti luminosi, l’importanza  (anche materica) dei muri e degli spazi divisori, il “rapporto tra geometria pura ed elementi naturali”

Quest’ultimo aspetto è evidente soprattutto nei complessi residenziali di Rokko I e II (realizzati tra il 1978 e il 1993) in cui il pendio naturale dell’omonimo monte viene sfruttato da Ando per realizzare residenze con vista sulla baia di Osaka.

La sua produzione comprende inoltre edifici di culto (la Chiesa della luce ad Ibaraki, 1989; la cappella sull’Acqua a Tomamu, 1991) e centri commerciali (a Kyoto e Tokyo). Il rigore geometrico con cui esprime “una spazialità evocativa di un mondo interiore tipicamente giapponese” lo porta a realizzare centri espositivi e padiglioni fieristici, centri di ricerca (tra cui “Fabrica” di Benetton a Villorba) e soprattutto una serie di musei, tra cui il Museo del Legno (Hyogo, 1994), della Cultura (Gojyo, 1995), dell’Arte Moderna (Kobe, 2001). A Venezia, da segnalare il restauro di Palazzo Grassi (2005) e quello del Centro per l’Arte Contemporanea (Punta della Dogana, 2009).

È stato insignito nel 1995 del premio Pritzker.

Tadao Ando opere e progetti famosi

- Restauro Punta della Dogana - Centro per l’Arte Contemporanea, Venezia (Italia), 2009
- Ampliamento Modern Art Museum, Fort Worth (USA), 2002
- Show Room Armani, Milano (Italia), 2001
- Awaji-Yumebutai, Hyogo (Giappone) 2000
- Fabrica, centro di ricerca Benetton, Villorba (Italia), 2000
- Museo Daylight, Shiga (Giappone), 1998
- Museo della cultura, Gojyo (Giappone), 1995 
- Museo del legno, Hyogo (Giappone) 1994
- Museo Suntory, Osaka (Giappone), 1994
- Ampliamento del Museo d’Arte Contemporanea, Naoshima (Giappone), 1994
- Sede seminari Vitra, Weil am Rhein (Germania), 1993
- Padiglione giapponese, Esposizione Universale di Siviglia (Spagna), 1992
- Museo delle Tombe, Kunamoto (Giappone), 1992
- Tempio dell’Acqua, Awajishima (Giappone), 1991
- Museo della Letteratura, Himeji (Giappone), 1991
- Museo dei Bambini, Himeji (Giappone), 1989
- Centro Commerciale Collezione, Tokyo (Giappone), 1989
- Chiesa della Luce, Ibaraki, Osaka (Giappone), 1989
- Cappella sull’Acqua, Tomamu (Giappone), 1988
- Cappella sul Monte, Rokko (Giappone), 1986
- Complesso residenziale Rokko I, 1983
- Abitazioni ad Osaka, Ashiya, Tokyo (Giappone), 1973-1986

Sito ufficiale

www.tadao-ando.com

Architetti più visti

Richard Meier

19-11-2013

Richard Meier

Herman Hertzberger

24-05-2004

Herman Hertzberger

Zaha Hadid

10-08-2015

Zaha Hadid

Italo Rota

16-09-2014

Italo Rota

Shigeru Ban

24-05-2004

Shigeru Ban


Articoli Correlati

21-07-2017

Le architetture italiane di Zaha Hadid

In occasione della mostra in corso al Maxxi di Roma, sua prima opera italiana, riscopriamo i...

More...

21-07-2017

David Sheppard Architects Cob Corner la casa di un architetto

L'architetto David Sheppard ha conservato inalterato il fascino dei materiali tradizionali, come la...

More...

20-07-2017

Workshop Syria The making of the future Iuav Venezia

Il 14 luglio si è concluso il workshop W.A.Ve. 2017 “Syria/the making of the...

More...



Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy